Casciago notizie

per ricevere informazioni da Casciago Notizie, iscriversi alla mailing-list scrivi a casciagonotizie@gmail.com





02/nov/2014

4 Novembre 2014

Il 4 novembre festa delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale, ricorre nella data in cui nel 1918 venne posta fine alla Prima Guerra Mondiale con la firma dell’armistizio di Villa Giusti, che sanciva la vittoria dell’esercito italiano sull’impero austro-ungarico, divenuto nemico dopo un repentino cambio di alleanze all'ingresso nel conflitto il 24 maggio 1915. 
La firma arrivò dopo la battaglia di Vittorio Veneto, combattuta dal 24 al 31 ottobre, a cui seguì la ritirata delle truppe austriache fino alla firma dell’armistizio. In questi ultimi giorni di combattimenti fra feriti, morti e prigionieri, rimasero sul campo quasi 60 mila uomini, che si andarono a sommare ai caduti durante i 4 anni di conflitto, costati al solo esercito italiano oltre 500 mila vittime. 
La vittoria, seppur sancita ufficialmente dalla resa del nemico, lasciava alle sue spalle una scia di sangue e morti e inoltre oltre moltissimi reduci di guerra, che all'indomani della fine del conflitto si trovarono a dover fronteggiare il ritorno alla vita civile, senza lavoro, spesso menomati dai combattimenti e segnati dagli anni passati al fronte. 
la Redazione Casciago notizie

28/ott/2014

Bufale e verità


Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del Sindaco di Casciago in seguito ad alcune critiche mosse dal gruppo di minoranza "Casciago cambia" in coda all'avvenuto Consiglio comunale del 18 ottobre u.s.
" Si sperava ed anzi si auspicava di poter contare su una minoranza collaborativa, attenta ma seria. Purtroppo si prende atto, con rammarico, che così non è, che al lavoro serio preferisce usare le armi della demagogia e del fango. Abbiamo infatti constatato che il consigliere Chiesa vive ancora in una campagna elettorale permanente e che, evidentemente, non ha ancora metabolizzato una sconfitta, peraltro onorevole nel risultato ma non nei modi.
Infatti il consigliere Chiesa ha condotto una campagna feroce e, in parte scorretta, incentrata più che altro sui famosi lavori di Piazza Cavour e sul contenzioso, dimentico del fatto che in merito a quei lavori aveva votato a favore quasi ogni delibera. Noi la responsabilità di quello fatto non solo l’abbiamo assunta ma ci siamo sottoposti al giudizio degli elettori che ancora una volta, nonostante il fango e l‘accanita disinformazione, ci hanno premiati. Ma veniamo alle considerazioni svolte.
L’amministrazione da me retta , entrata in carica il 26.05.2014 ma, di fatto, operativa dall’11 giugno, ha dovuto mettere mano a una situazione che in partenza presentava già un differenziale di circa 385.000 euro di entrare in meno dovute alla riduzione dei trasferimenti dello stato (di cui € 273.000,00 per il mancato trasferimento compensativo relativo all'Imu sull'abitazione principale), riduzione che avrebbe dovuto essere compensata dalla TASI (prima vera bufala casciaghese: la TASI al massimo non per i presunti debiti, ma per compensare i mancati trasferimenti).
Dunque giocoforza siamo stati chiamati ad applicare le nuove tasse/imposte le cui difficoltà interpretative hanno creato numerosi ostacoli non solo a Casciago (seconda bufala casciaghese: certi Comuni additati come esempi sono corsi a rimettere mano alla tassazione. Per non applicare la TASI hanno aumentato al massimo l’IMU sugli altri fabbricati e l’addizionale Irpef).
Con pazienza , professionalità, sensibilità grazie al duro lavoro degli uffici comunali , cui va il nostro grazie, e l’impegno di noi amministratori abbiamo agevolato alcune categorie di cittadini più svantaggiate. E’ poco? Forse sì. Ma abbiamo fatto tutti quello che dovevamo e, in quelle circostanze, abbiamo fatto il meglio che potevamo. Ma del resto di proposte alternative in merito alla riduzione delle tasse e alla copertura delle spese non è che se ne siano viste o lette (ricordo che gli emendamenti al bilancio si fanno depositando dei documenti non scrivendo post, letterine o mail).
Proprio per non soffocare ulteriormente i cittadini e le imprese, l’amministrazione ha rinunciato ad applicare una maggiore tassazione (esempio aliquote minime IMU e TARI per le attività produttive) che avrebbero portato alla casse comunali ulteriori entrate per € 105.000 (terza bufala: le tasse al massimo).
Sull’azzeramento dell'addizionale Irpef per i redditi fino a € 7.500,00, ricordo a Chiesa che tale esenzione è propedeutica per consentire la riduzione della percentuale dallo 0,8 al 0,5 per mille per i redditi da € 7.501,00 a € 15.000,00; precisazione (esenzione fino a € 7.500,00) senza la quale l'obiettivo dell'Amministrazione, consistente nell'agevolare i redditi più bassi, non sarebbe stato puntualmente conseguito.
Veniamo poi alle ultime bufale – quelle avvelenate frutto della malafede­.
Chiesa cita un dato riferito al monte annuo di restituzione di quote capitali ed interessi da restituire, ma non dice che quel dato è riferito a tutti i mutui contratti dal Comune negli ultimi venti anni! Non solo Piazza Cavour e il parcheggio della Stazione, ma tutto quello che è stato realizzato negli anni, dalla nuova viabilità, ai marciapiedi, alla nuova scuola di Morosolo, alla ristrutturazione di Villa Valerio, alle fognature e al Centro di raccolta dei rifiuti.
Sui nuovi lavori di completamento di Piazza Cavour – previsti nel 2015, quindi a oggi non vi è nulla se non i vecchi progetti­ una precisazione: se Chiesa si fosse informato se avesse chiesto, ma evidentemente non gli interessava sapere (più facile parlare alla pancia fomentando gli animi) gli sarebbe stato spiegato che in quei lavori di completamento sono programmati il parcheggio e il parco giochi di via Vasche, la tombinatura del torrente Tiniguzza (avete visto cosa è successo il mese scorso in Piazza Cavour), la sistemazione del viale Bassani (il tutto secondo un vecchio progetto, anche questo votato da Chiesa, delibera n.74 del 2009). Poi come lo stesso Chiesa sa­, per questo dico che è in malafede, per poter anche solo richiedere dei finanziamenti è necessario che un’opera sia inserita nel piano delle opere pubbliche e che si debba inserire il finanziamento della stessa (bufalissima: non si vendono i “gioielli”, come il fabbricato del “Circolo” per pagare i debiti).
Inoltre dei soldi inseriti per le spese legali nessun incarico è attribuibile a questa amministrazione ma non solo, parte delle stesse ci dovranno essere restituite dall’impresa che ha fatto i lavori in via Tividino.
Ultima bufala avvelenata l’indennità del Sindaco. Prendo atto che, senza aver speso una parola sui cassintegrati nel proprio programma elettorale e dopo aver detto che non avrebbe rinunciato all’indennità di funzione, Chiesa ha cambiato idea in modo strumentale. La distinzione tra tempo pieno e part time non mi appassiona, sono un libero professionista e sono abituato a non contare le ore che dedico ai miei clienti e, con lo stesso spirito, mi applico nel mio ruolo di Sindaco.
Peraltro nel bilancio di previsione 2014 approvato è previsto uno stanziamento che tiene conto di una riduzione dell'indennità di funzione del 10% rispetto a quanto previsto dalla legge. Ritengo che ci siano gli spazi per dialogare e lavorare assieme e questo nonostante l’approccio che il gruppo Casciago Cambia ha attuato.
Spero che Chiesa ritorni essere il moderato che conoscevo, altrimenti me ne farò una ragione: io, noi stiamo lavorando per Casciago, altri hanno deciso di dedicare il loro tempo alle chiacchiere sui social. Contenti loro...

Andrea Zanotti

27/ott/2014

Conoscere le pietre preziose

L'Associazione - Anni Verdi - propone una serie interessante d'incontri per conoscere e scoprire la "gemmologia", ovvero i segreti delle pietre preziose presso la sala consigliare del palazzo della Biblioteca di Casciago venerdì 24 ottobre e venerdì 21 novembre alle ore 20.45.
La redazione Casciago notizie

17/ott/2014

Convocazione Consiglio comunale a Casciago




Si avvisano tutti i cittadini che è convocato il Consiglio Comunale di Casciago per sabato 18 ottobre 2014 alle ore 09.30 presso la sala comunale del Palazzo dell'orologio.  Tutti sono invitati
la Redazione Casciagonotizie

09/ott/2014

La nuova sede Pro Civ Val Tinella a Casciago

La Protezione Civile ValTinella ha una nuova sede nella ex palazzina della biblioteca comunale di Casciago, in piazza De Gasperi, di fianco al Municipio. Gli onori di casa per la cerimonia dell’inaugurazione sono stati fatti dal Sindaco di Casciago Andrea Zanotti alla presenza dei volontari vecchi e nuovi e dei sindaci dei Comuni di Luvinate, Comerio e Barasso. Cerimonia significativa e importante per il territorio se si considera la preziosa presenza delle “tute gialle” reduci dall’opera recente di pulizia dell’alveo del torrente Tinella, che nasce sul territorio comunale di Luvinate e che si immette poi nel lago di Varese.

La Redazione Casciago notizie

Cercasi Ciro disperatamente !

Si chiama Ciro il cagnolino che i padroni stanno cercando da ieri sera e che si è allontanato dalla zona della stazione di Casciago e Morosolo intorno alle 18,30. Il cagnolino è di razza Shitzu ed è bianco e marrone. I proprietari sono preoccupati perchè è insolito che l'animale si allontani da casa. Al momento della scomparsa non aveva collare. Il cane ha microchip. Chi lo trova può contattare il numero 3481547090.
La Redazione Casciago notizie

28/set/2014

Convocazione Consiglio Comunale

E' convocata la riunione del Consiglio comunale a Casciago, tutti i cittadini sono invitati !
La Redazione Casciago notizie

24/set/2014

Punto d'ascolto per i cittadini in Comune

Riceviamo e pubblichiamo la lettera informativa del Comune per l'apertura negli orari indicati di un 
"Punto d'ascolto" al fine d'incontrare i cittadini e raccogliere direttamente desideri, consigli ed eventuali lamentele sull'andamento della cosa pubblica del paese.
la Redazione Casciago notizie

21/set/2014

Il Comitato per l'Acqua scrive ai Sindaci

Riceviamo e pubblichiamo l'appello del Comitato per l'Acqua bene Comune inviato ai sindaci della Provincia di Varese affinchè collaborino in rete al fine di sospendere il Decreto "Sblocca Italia"  per salvaguardare i cittadini in materia dei diritti e l'utilizzo dell'acqua come bene comune:

Ill.mo Sindaco
con la presente sottoponiamo alla Sua attenzione il comunicato stampa diramato dal Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua sul decreto "Sblocca Italia".
Il comunicato, come potrà leggere,oltre a quella del presente comitato, porta le firme di varie realtà territoriali varesine (comitati,associazioni,listeciviche), preoccupate per quello che rappresenta un chiaro tentativo di privatizzazione dei servizi pubblici locali (acqua, trasporti e gestione rifiuti) a danno del "pubblico"collettività) e a vantaggio del "privato" (multinazionali, multiutility, lobbies).
Il presente comitato chiede quindi che la Sua Amministrazione "faccia rete" con altre amministrazioni varesine e, a livello di ANCI (provinciale e/o regionale), intervenga perché questo disegno possa essere ostacolato e cancellato.Servizi pubblici così essenziali per i cittadini devono essere, per loro stessa definizione, gestiti a livello locale (cioè dai comuni) e non da soggetti privati che hanno come unico scopo quello del profitto.


Comitato per l'Acqua Bene Comune della Provincia di Varese
 la redazione Casciago notizie